Telefono: 049 8759300
Facebookgoogle_pluslinkedinyoutube

Clinica

07Ago2015

Ascoltare il sintomo

  • Di Ruggero Chinaglia
  • 10 Tag
Quando un dettaglio, un episodio, un aneddoto entra nel racconto non è più com’era creduto essere accaduto, diviene altra cosa. Quando qualcuno si reca per esempio dal medico e gli racconta i sintomi o i pretesti che l’hanno condotto lì, se il medico si attiene alla casistica, a ciò che la “letteratura medica” riporta di Leggi tutto…
20Mag2015

La prosopopea

  • Di Ruggero Chinaglia
  • 3 Tag
La prosopopea Facendone una figura retorica, il discorso occidentale, fa della prosopopea una caratteristica del soggetto, del personaggio che si rappresenta l’Altro speculare a se stesso, tolto lo sguardo. L’idea dello smascheramento, del volto nudo, dell’ultima maschera è solo un modo per il personaggio di trovarsi fra i suoi pari. La prosopopea originaria è una Leggi tutto…
20Mag2015

L’analisi senza più genealogia

  • Di Ruggero Chinaglia
  • 4 Tag
L’analisi senza più genealogia L’analisi rende inutile pensarsi e “pensarci su”, situando ciascuna cosa nel registro intellettuale che esige il gerundio e dissipa ogni eventuale rivendicazione. L’analisi è senza ontologia, senza possibile rappresentazione dell’essere. Pensare, pensarsi sospende l’analisi, sospende il processo intellettuale. Istituisce un supporto concreto e sostanziale su cui credere di potere basarsi, sulla scorta dei casi Leggi tutto…
22Mar2015

A proposito dell’inconscio… che ne sai?

  • Di Ruggero Chinaglia
  • 4 Tag
L’inconscio non è un livello, non è un organo, non è un discorso, non è un programma, non è una scheda, non è un chip, non è un crittogramma, non è la faccia oscura della coscienza. Non è nemmeno il luogo dei ricordi. E nemmeno è un personaggio animato o da animare. Leggi tutto…
08Mar2015

L’inconscio

  • Di Ruggero Chinaglia
  • 5 Tag
Il termine inconscio è usato con molta facilità, come se fosse noto a tutti, salvo poi incorrere in imprecisioni e pressapochismi quanto a ciò di cui si tratta. L’inconscio prende avvio con Freud. Unbewusste lo chiama. Leggi tutto…
04Mar2015

Il cedimento, la vendetta

  • Di Ruggero Chinaglia
  • 4 Tag
Il cedimento, anche momentaneo, è l’idea della fine che si realizza. Questo cedimento è la vendetta, la vendetta che in nome dell’amore negato – amore presunto e negato – ognuno ritiene di potere esercitare. Leggi tutto…
03Mar2015

Il romanzo d’avventura

  • Di Ruggero Chinaglia
  • 3 Tag
Il romanzo d’avventura sta fra il romanzo storico e il romanzo politico: cioè fra dove incomincia il malinteso e dove il malinteso si rivolge. Si tratta sempre della scrittura e del modo con cui le cose giungono a scrittura. Leggi tutto…